Leggere Insieme Ancora

Silvia Sai

E’ stato un anno intenso.
Il nostro blog, dopo lunghi pensieri diurni e notturni, ha preso vita nell’aprile 2014. Io e Ada abbiamo ‘aperto’ noi stesse, come libri. Ci siamo confrontate con molte persone, nel mondo on line e off line, sempre sulla base di un interesse comune: le storie e i libri per l’infanzia. Abbiamo dedicato anima e corpo a questa passione, buttandoci a capofitto secondo un tratto distintivo che ci accomuna. Mille nuove idee sgorgano dalle nostre teste, con frenesia ed entusiasmo, mille confronti fanno seguito a queste; poi, la consapevolezza di non riuscire, da sole, nei ritagli di tempo, a realizzarle tutte. Una lieve tristezza, mai sconforto. Le idee vivono nel pollaio! continuano a sorgere anche grazie al confronto. E’ incredibile quanto siamo pignole e precise, serie nel voler fare le cose ‘per bene’, e allo stesso tempo impulsive, superficiali, attente al nocciolo piuttosto che ai contorni delle questioni.

E’ stato un anno in cui molto è stato seminato, molto è germogliato. 

Voi direte: Embè? [E niente, l’introduzione mi è venuta così oggi]

Un seme che più di tutti è germogliato è stato il gruppo di lettura Leggere Insieme Ancora [per chi ancora non lo conoscesse, si tratta di un gruppo di lettura territoriale riservato a soli adulti che intendono confrontarsi sui libri per bambini e ragazzi 0-18 anni. Una volta al mese l’incontro ruota attorno un tema specifico votato nel gruppo nazionale facebook. I gruppi in Italia ormai sono moltissimi!]. Non abbiamo esitato a cogliere l’invito di Ana, Angela e Alessandra (le tre fondatrici del gruppo nazionale) volto a creare gruppi di lettura in più città possibili: e così da settembre a giugno ecco che nella splendida cornice della Biblioteca San Pellegrino/Gerra di Reggio Emilia abbiamo promosso gli incontri serali e mensili.

Ci abbiamo messo entusiasmo e passione. Siamo state precise e serie. Così come impulsive e superficiali. Non siamo riuscite a dedicare a LIA tutto il tempo che avremmo voluto (ok ok, arriverà il post sui silent book prima o poi!). Però, ci siamo state, e ci saremo nuovamente da settembre. Assieme a voi. E se siete tentati di unirvi al gruppo, ecco cosa si guadagna nel partecipare agli incontri:

1) Avrete una scusa valida e intellettuale (non: una birra con amiche!) per uscire di casa la sera chiudendovi la porta alle spalle senza rimorsi per i figli urlanti che invocano il vostro nome. Riuscite a immaginare il senso di libertà?

2) Potrete incontrare persone che come voi condividono un comune interesse. E, diciamocelo, sappiamo tutti quanto sia difficile, a partire dai 30 anni, soprattutto se accasati, conoscere nuove persone interessanti.

3) Potrete imbattervi in nuovi libri, lasciarvi ispirare dai racconti di chi li ha letti e sperimentati, toccarli con mano, sfogliarli e perché no, prenderli a prestito.

4) Potrete finalmente dire tutto quello che avete sempre pensato ma mai osato pronunciare su classici intoccabili. Non sopportate Piccolo Blu e Piccolo Giallo? Sacrilegio! Non si può dire!! Ma a LIA sì. L’albero di Silverstein proprio vi fa venire il prurito? Edditelo!! Liberatevi! Nessuno vi giudicherà. Anzi, ne nasceranno confronti e discussioni interessantissime.

5) Non si leggeranno ‘solo’, i libri, si scaveranno, si sezioneranno, si passeranno al setaccio. Insomma, si avrà la possibilità di approfondire un testo come raramente capita di fare.

6) Parlare di libri e letture con i propri figli, inevitabilmente porta a riportare aneddoti familiari e a condividere i pensieri dei bambini, magari sui libri stessi. Da qui al confrontarsi su temi educativi più generali il passo è breve.

7) Potrete ridere e divertirvi.

8) Quali altri vantaggi bellissimi vedete voi nel partecipare a LIA?

Precisazioni:

– Gli incontri sono riservati ad adulti. Diverse persone han chiesto “e perché non con i bambini?”.  Perché??! La risposta è al punto n°1.

– “Non so quale libro portare” / “Non ho libri da condividere” non sono buone scuse per non partecipare. Venite e sarete sommersi di libri, quindi, ora possiamo dirlo, se venite senza libro, è quasi meglio!

– Si dovrebbe parlare di un solo libro a testa, per permettere a tutti di avere uno spazio adeguato. Mi sento di suggerire una tecnica ormai stranamente collaudata nel nostro gruppo per ovviare a questa ‘regola’: Porta con te più libri, non fare l’errore di iniziare a parlare di quello a cui tieni di più, no, inizia presentando un altro libro e commenta alla fine “questo in realtà non è il libro che avevo scelto, ma ve l’ho proposto per questo e questo altro motivo”. Tecnica infallibile che permette in genere di condividere, senza che il gruppo quasi se ne accorga, 3 libri a testa.

I temi trattati sono stati diversi: LUPI – NONNISTREGHE – SILENT BOOK – EMOZIONI – ARTE – ALBERI – DIVERSITA’ – CIBO – MARE 
I prossimi temi previsti per settembre, ottobre e novembre sono: AMICIZIA – SOGNI – DRAGHI.

Grazie a tutte le persone che in modo diverso sono entrate nel gruppo di Reggio Emilia, chi una volta soltanto, chi con assiduità (vi ringraziamo una ad una di seguito), grazie alle fondatrici di LIA, e grazie alle fondatrici della neonata Associazione, grazie alla Biblioteca che ci ospita e alle entusiaste bibliotecarie! Grazie al gruppo di lettura “adulti” MOMO che si è interessato a noi rendendo possibile una serata comune!

Grazie a Veronica, Anna B., Francesca B., Clara, Sara, Chiara, Simona, Francesca E., Francesca F., Luciene, Benedetta, Laura, Anna L., Assunta, Alessandra, Silvia, Anna P., Barbara, Francesca R., Valentina, Arianna, Maria Francesca, Elisa, Matteo.

A giugno abbiamo scelto di incontrarci al parco con le famiglie per un Treebook, condividendo buon cibo e letture. Condividiamo qualche foto dell’incontro e un piccolo video della narrazione di Ada della storia di Guizzino (di Leo Lionni).

Silvia 

Treebook
Condividi questo articolo sui social

4 risposte a “Leggere Insieme Ancora”

  1. Alessandra ha detto:

    Ma che bello!!! Siete fantastiche! È il video poi! Senza parole.

  2. Sara ha detto:

    Il post sui silent????
    Arriverà, non hai specificato mese e anno!
    Mi sa che è un post silenzioso, illeggibile proprio come i libri di cui dovrebbe parlare.
    A parte gli scherzi grazie mille Ada a Silvia per avermi resa partecipe di questa avventura e x essere così precise, superficiali e…..pazze.
    Un abbraccio
    Sara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *