LIA – Amicizia

Silvia Sai

Amicizia. Quale vastità racchiude. Quanti significati diversi e quante rappresentazioni nei libri dedicati ai bambini e ragazzi! Amicizia è condividere la scoperta del mondo, un’avventura, un gioco, un viaggio, un pensiero o una convinzione. Amicizia è condividere emozioni forti e silenzi. Amicizia è ridere insieme. Avere il coraggio di dichiararla, questa amicizia. Amicizia è scherzo, gelosia, invidia. E’ fare qualcosa insieme, affidarsi, aiutarsi. Amicizia è la scoperta di se stessi attraverso la relazione con l’altro.

image

“E’ una parola” di Arianna Papini mi ha attirato per il suo modo poetico e al tempo stesso essenziale nel descrivere cosa sia l’amicizia. Costruito intorno a varie frasi che descrivono la rassicurante bellezza di sentirsi accolti, compresi, accettati, sorretti o la pura gioia di divertirsi con lo stesso gioco (“proprio quel gioco” che vorresti non finisse mai! )o di fare lo stesso sogno… I sentimenti e le sensazioni sono accompagnate da eleganti e tenere immagini di animali. Un libro che dice molto, ma che spalanca grandi possibilità di ragionare insieme ai bimbi su cosa sia per loro questo grande sentimento che è l’amicizia. (Dai 4 anni).
(Chiara)

Amici Amici è un leggero racconto di amicizia “animalesca”. Un galletto, un topo e un maialino scoprono che quando ci si vuole bene e si è davvero “amici  amici” si resta insieme anche quando si è lontani. (Dai 5 anni).
La quarta di copertina della collana vintage “un libro in tasca” di EL è un inno al libro. Rileggendola a trent’anni di distanza mi accorgo che con poche parole racconta il mio rapporto con i libri e la lettura. Da sempre.
(Arianna)

Un libro in tasca.

Da infilare nel cappotto, nella cartella, da guardare durante la ricreazione…
Da portare a passeggio il pomeriggio, da leggere sulla panchina.
Da scambiare con le figurine, o con un disco.
Un libro in tasca, da tenere come emergenza, insieme al pop corn e alla gomma americana, durante le visite della zia Geltrude.
Da sfogliare al mattino, finché è pronta la colazione, o alla fermata dell’autobus.
Da pendere prima o dopo (non durante) i pasti, da tenere sotto il cuscino. Sul comodino.
Per snobbare la televisione.
Per avere qualcosa da leggere quando piove, oppure quando c’è il sole, o quando ti pare.
Un libro in tasca.
Vicino alla penna e ai biglietti del tram.
Un libro tra le mani.
Un libro

image
image

L’amicizia vera esiste solo quando tra due persone può esserci un bel silenzio. E il silenzio, quello piacevole e non imbarazzante, può esistere solo se c’è una vera amicizia tra due persone. E’ un silenzio che indaga, conosce, scava, nasconde, ma non spaventa, come un amico e con un amico. Per questo mi piace “La mia invenzione”, perché racconta il silenzio, che a sua volta, racconta mille altre cose. Dai 5 anni.
(Silvia S.)

Basta poco per vivere l’amicizia. Due amici, qualche materiale di recupero, un prato o un  bosco, e tanta, tanta fantasia. Ah, e ovviamente un drago. “Re Valdo e il drago”, l’ultimo strepitoso libro di Helen Oxenbury. Dai 4 anni.

image
image

Ciò che più amo di “Oh, com’è bella Panama!” è il rapporto di amicizia che lega Orso e Tigre. Nel viaggio, così come nella quotidianità a casa, è la complicità a segnare i loro dialoghi e le loro azioni. Una complicità intima, silenziosa, a volte ironica. E’ forse proprio questa speciale e rara amicizia a rendere possibile la realizzazione di un sogno: trovare Panama. (clicca per leggere di più). Dai 6 anni.
(Silvia S.)

Reginald e Tina. Come descriverli? Esilaranti? Spassosi? Unici? La loro amicizia è travolgente nei dialoghi diretti, ironici, e nei disegni che paiono animarsi da un momento all’altro. Imperdibili, dai 4 anni.

image
image

“Il mio leone” è un albo senza parole che trasuda tutte le emozioni profonde di un’amicizia tra due personaggi che più diversi non potrebbero essere: un bambino piccolo piccolo, e così curioso e vero, e un grande leone rosso. Una storia romantica, agrodolce, poetica, firmata dalla grande autrice Mandana Sadat. Dai 3 anni.

L’amicizia è fatta di piccole cose. Una passeggiata al lago, una tintarella di luna, una torta di ribes, un bagno di schiuma, tante risate. Ma l’amicizia porta con sè anche piccoli malintesi, delusioni, sorprese. Questo ci racconta con estrema semplicità e delicatezza Magalì Bonniol, attraverso le storie di Aldo e Giosetta. Dai 3 anni.

image

“L’amicizia è condividere lo stesso pensiero, le stesse idee… “

Questo pensiero io l’ho ritrovato in “Nina e Nello”, dove entrambi i personaggi sono uniti dal buon proposito del riciclo dei rifiuti. Può anche capitare che la condivisione delle idee non sia tra due persone “reali” ma tra un lettore e il personaggio di un libro (ringrazio Alessandra Starace per questa riflessione). Con “Il dito magico” di Roald Dahl siamo io e la protagonista del libro ad essere amiche poiché entrambe non amiamo e non capiamo la caccia!
(Francesca)

image
image
image

“Rob+boy” è la storia di una strana, semplice e divertente amicizia che si confronta con la diversità, un robot e un bambino. Dai 4 anni.
(Sara)

“La rivolta delle lavandaie” è una storia divertente di come l’amicizia, e la complicità che ne consegue, possa aprire la strada a grandi imprese, come alla ribellione dai soprusi. Dai 7 anni.
(Sara)

image
image

“Un leone in biblioteca” è la storia dolcissima di un’amicizia che va oltre le regole. Dai 4 anni.
(Sara)

“Non sono stato io, è stata la balena!”. Un libro divertentissimo e tremendamente realistico sull’amicizia “utile”, soprattutto quando devi trovare un ignaro responsabile ai disastri che hai combinato in casa!

image
image

“Le parole scappate” di Arianna Papini – Coccole Books, è un libro delicato in cui l’amicizia parrebbe essere quella legata ad un riconoscersi nei rapporti famigliari, quella di una nonna e di un nipote. La relazione però passa attraverso canali diversi da quelli che ci aspetteremmo. La nonna non trova più le parole, nella sua mente si confondono volti e ricordi, che riaffiorano a tratti prepotenti. Quelle stesse parole che il nipote a scuola fatica a mettere insieme. Una storia di amicizia, diversità e relazioni famigliari. Dai 7 anni.

A volte penso che io e la nonna ci assomigliamo. E’ una bella disgrazia. Però, non so perchè, mi consola anche.  […] La nonna si scorda che sono suo nipote e non sa mai come mi chiamo, ma lo vedo che mi vuole bene così come sono.

(Ada)

“Pesi Massimi” di Federico Appel – Sinnos Editrice associa quattro diverse caratteristiche che tanto lo rendono caro al genere maschile…sport, sfide, razzismi e graphic novel. Storie di grandi campioni e grandi imprese scorrono nel libro una dietro l’altro e ci accompagnano a quella che racconta dell’amicizia “sportiva” fra Jesse Owens che, ai tempi della Germania nazista vinse ben quattro medaglie alle Olimpiadi, e Luz Long, atleta di perfetta razza ariana. (Da 8 anni). Potete leggere la mia recensione.
(Ada)

Le amicizie nate sul campo sono le vere medaglie. Col tempo i premi si coprono di polvere. Gli amici no, nonostante tutto.

image
image

La coppia Donaldson-Scheffler sono sbaglia mai. Anche “Bigio Randagio”, albo in rima, non deluderà i piccoli lettori raccontando una storia sì di amicizia ma che tocca temi ben più profondi.

“Un’improvvisa felicità” di Guus Kuijer – Feltrinelli Kids, racconta la vita di Polleke, una vita frammentata in una Olanda progressista in cui le famiglie tradizionali non costituiscono necessariamente una base di giudizio sociale, una Olanda in cui si combatte contro il razzismo perchè va bene così. Una vita complessa con un PPP (padre particolarmente problematico), un fidanzato marocchino che la lascia per la sua migliore amica e una madre che si risposa con il suo maestro di scuola. Intorno a lei una rete di relazioni e amicizie così atipiche e strane ma talmente reali e profonde da indicarle la strada. L’amicizia con Consuelo, fuggita dal Messico insieme alla mamma lasciandosi dietro atrocità non raccontabili, e con Sop, l’orsetto della sua infanzia che da molto tempo non parla più ma che l’accompagna con fedeltà e dedizione da quando era piccola. (Dai 10 anni). Potete leggere la mia recensione.
(Ada)

image
image

Mare Giallo” di Patrizia Rinaldi – illustrato da Federico Appel – Sinnos Editrice è un fresco e divertente libro illustrato in cui l’amicizia viene declinata in tutte le sfumature di umanità. L’amicizia fra uno scugnizzo napoletano di origine cinese ed un vecchio marinaio, una ragazze che vorrebbe essere un maschio e un ragazzo della Napoli bene. Ma soprattutto come dice il protagonista Hui “I miei amici sono: io. Sì, io, perchè questo l’ho imparato prima di tutto il resto, se non ti fai amico di te stesso è la fine.” (dagli 8 anni)

“Cane blu” ha animato la nostra conversazione. Un libro potente e molto comunicativo, evocativo delle paure più profonde, ma anche catartico e liberatorio. Racconta l’amicizia tra una bambina e un cane blu, figura alquanto enigmatica e simbolica, vissuta durante una notte nel bosco.

image
image

Libro divertente, generalmente un gran successo durante le letture ad alta voce. Portato da Chiara.

“Troppo tardi” è un albo edito da Topipittori, condiviso da Matteo che racconta quanto suo figlio ne sia estasiato. Probabilmente è rimasto colpito e incantato dal testo, così originale e a tratti ipnotico, ma forse anche dai vari personaggi amici che concorrono a creare questa storia dove tutto è… troppo! (Dai 3 anni)

image

E infine, Silvia, la “maestra” del gruppo, ha condiviso una emozionante lettura del silent book “Flora e il fenicottero” così come l’ha raccontata e donata a sua figlia un bambino molto speciale. Una storia delicata di incontro e amicizia. (Dai 3 anni).

Gino

Un giorno capita che mentre ti stai facendo i fatti tuoi arriva qualcuno che s’interessa a te.

image
image
image

Inizia a starti vicino è a copiare quello che fai.

image

Ma le persone hanno cose che non vogliono far vedere.

image

Gli amici però ti sbirciano.

E si arriva a guardarsi negli occhi.

image

Ma questo ti fa arrabbiare e capita che tu possa fare male al tuo amico.

image
image
image

E ti dispiace tanto perché non l’hai fatto apposta.
Allora torni da lui, fate la pace e ricominciate a giocare insieme.

image

Siete felici e vi fate tante risate perché l’amicizia è ridere insieme.

image

Grazie a tutti!!

Silvia

Se avete voglia, potete leggere anche i racconti dei precedenti incontri a tema LUPI, NONNI, EMOZIONI, STREGHE. Oppure leggere cosa sono gli incontri LIA e perché li amiamo così tanto.

image
Condividi questo articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *