Rubriche > Nontiscordardimé

Ci sono tesori nascosti che aspettano di essere riscoperti. Sono lì, bellissimi, silenziosi e dimenticati perché sugli scaffali delle librerie non si trovano, non possono essere acquistati e posseduti.

In questa rubrica cerchiamo di dare loro nuova luce.

Sarà forse capitato anche a voi di scovare, per caso, quel libro tanto amato da piccini. L’avrete preso tra le mani, l’avrete aperto con un tuffo al cuore e un sorriso sulle labbra. E dopo averlo riletto, con rinnovato stupore, vi sarà forse capitato di condividerlo con un bambino di oggi, notando quanto ancora abbia da raccontare quel libro di tanti anni fa.
condividere storie significa anche condividere memorie emotive tra generazioni.

Molti libri hanno vita breve nel mercato editoriale. E non parliamo solo di libri della nostra infanzia, o vintage, ma anche libri editi in anni recenti. Quanto è ingiusto che certe storie riposino silenziose in scaffali polverosi, surclassate da tanti, troppi, nuovi libri!

I libri non hanno una scadenza, non si deteriorano e, in questo senso, non intendiamo evidentemente un danneggiamento superficiale dell’oggetto in sé: il buon profumo di una storia, la vista di illustrazioni artistiche, il gusto di masticare figure retoriche originali, sono caratteristiche che permangono nel tempo, a differenza di tutta quella iperproduzione “a perdere” che sta intasando il mercato editoriale producendo un appiattimento e un abbassamento della qualità.

Questi libri che (r)esistono hanno già una casa: la biblioteca, fonte preziosa ed inesauribile, luogo di “perdizione” in cui ricercare tesori nascosti.

Ma vale davvero la pena andare alla ricerca di libri, che siano essi albi, libri illustrati o romanzi fuori catalogo?
La nostra risposta è sì, se davvero vogliamo offrire storie originali e forse un po’ anticonformiste. Non illudiamoci che l’originalità si trovi solo nelle nuove uscite in libreria, anzi!. Cerchiamo storie belle, quelle che arricchiscono l’immaginario esistenziale, quelle che provocano e stimolano un senso critico.

“Astrarci dal mondo per trovargli un senso”, è quello che scrive Pennac. I bambini e ragazzi hanno bisogno di rafforzare la propria identità, di esplorare, scoprire, conoscere, dare un senso alle proprie esperienze, dare un nome alle proprie emozioni più profonde e complesse. I libri cambiano la vita, perché cambiano la nostra percezione della realtà.

I libri di cui parleremo nella rubrica “Nontiscordardimé” sono libri ora fuori catalogo o esauriti (che brutta parola!), non acquistabili, introvabili se non nelle biblioteche, nelle nostre soffitte o librerie di casa.

Il nostro vuole essere un invito a non soffermarsi solo sulle novità più luccicanti ma a ricercare la luce che si riflette negli angoli più nascosti.

[ questa rubrica, compresa la presente introduzione, si avvale della preziosa collaborazione con Patrizia Mattioli, socia volontaria della nostra Associazione ]

I post della rubrica...

Silvia Sai

Benvenuto Wilko

Una sera di fine estate, mentre giocano acon le bolle di sapone, Marco e Barbara fanno conoscenza con una strana creatura dalle orecchie lunghe…

leggi tutto
Silvia Sai

La papera e la foglia

Una papera appena uscita dall’uovo insegue una foglia sospinta dal vento e vive un’avventura di scoperte. Un libro ormai vintage del grande Attilio.

leggi tutto
Silvia Sai

La scarpa in fondo al prato

Raccolta di 22 filastrocche tradizionali inglesi illustrate da Nicola Bayley. Arianna ce lo racconta per la rubrica “Le domeniche vintage”!

leggi tutto
Galline Volanti

I Trillifolletti

Le avventure di un villaggio di piccoli folletti del bosco. Quattro albi illustrati da Gerda Muller in cui natura e animali vivono le storie.

leggi tutto
Silvia Sai

Buon giorno, cara balena

Un curioso omino in pensione si mette in viaggio per realizzare il sogno di una vita: vedere il mare (e diventare amico di una balena). Un prezioso albo vintage.

leggi tutto
Galline Volanti

Viaggio al centro della spugna

Il surreale e divertente viaggio di un omino elegante raccontato in rima. Un libro vintage della classica collana “Un libro in tasca” raccontato da Arianna.

leggi tutto
Silvia Sai

Era mia nonna

La biblioteca fantastica, una raccolta di fiabe dei fratelli Grimm nel mio ricordo d’infanzia.

leggi tutto