Smile

Silvia Sai

Chi di noi non si ricorda l’adolescenza? E gli anni delle scuole medie? Qualcuno ricorderà forse gli innamoramenti da capogiro – spesso non corrisposti -, le timidezze e le perfide prese in giro, la trasformazioni del corpo e i pensieri imbizzarriti, le insicurezze e l’audacia.
Qualcun altro ricorderà anche le gioie e i dolori delle amicizie, le prime feste, la difficile esplorazione  dei propri talenti, la sensazione di sentirsi bellissima un giorno e orribile il giorno successivo.

Ebbene, tutto ciò lo si ritrova narrato con deliziosa ironia e divertimento in Smile, il fumetto bestseller di Raina Telgemeier, autrice statunitense molto apprezzata e riconosciuta.

smile-raina-telgemeier-castoro-galline-volanti

Smile è un racconto autobiografico in cui l’autrice riporta la sua vita quotidiana durante tutti i tre anni delle scuole medie. Racconto a fumetti, diviso in capitoli densi di tutto quanto la vita di un’adolescente può racchiudere.

La normalità di una ragazzina che, per Raina, è stata una normalità certamente singolare e difficile, perché segnata da una numerosa serie di problemi ai denti. In seguito a un banale incidente – una rincorsa con amiche finita a faccia a terra – Raina inizia a vivere le sue vicissitudini dentistiche: la perdita dei due incisivi superiori, il gesso, i denti finti, i vari apparecchi…

Vari sono gli specialisti (“non sapevo esistessero così tanti ‘isti’ ”) che intervengono nella bocca di Raina la quale, spesso disperata e dolorante, non perde mai l’umorismo restituendo sempre, forse con il senno di poi, leggerezza e fiducia.
Non è sola in questo percorso, Raina, c’è la madre sempre al suo fianco, comprensiva e attenta, e il padre che si diletta in battute.

Il dolore fisico si accompagna alla comprensibile difficoltà di Raina ad accettare il suo aspetto fisico sempre segnato da questi denti problematici, in un’età in cui il giudizio degli altri importa, eccome. E così, viviamo con lei questi lunghi anni in cui la sua vita “dentistica” diventa quotidiana, esattamente come la scuola, gli scout, le insofferenze per la sorella minore, il cinema e i videogiochi, il terremoto, l’amore per il disegno…

Il lieto fine restituisce una bella energia al lettore, un senso di transitorietà dei momenti difficili. Raina inizierà le scuole superiori, riuscirà a staccarsi dalle vecchie amicizie per scegliersene delle nuove e valide, coltiverà la passione per il disegno e riuscirà finalmente a sorridere con dei bei denti: Smile!

Lo consigliamo a tutti quei bambini, già ragazzini, dai 10 anni in su, per vivere una bella storia che parla un po’ anche di loro, con ironia!

E se Smile è piaciuto, è d’obbligo leggere anche il seguito, Sorelle, in cui al centro vi sono questa volta le relazioni familiari, e di sorellanza in particolare, conditi dalla medesima ironia.

E se siete curiosi di conoscere meglio Raina Telgemeier, vi suggeriamo di leggere questa bella intervista di Virginia Stefanini per Libri Calzelunghe.

SMILE
Raina Telgemeier
Traduzione di Laura Bortoluzzi
Il Castoro Edizioni
Anno di pubblicazione: 2014
224 pp. | 14 x 20,5 cm.
Prezzo di copertina: 15,50 euro
Età di lettura: dai 10 anni

Condividi questo articolo sui social

2 risposte a “Smile”

  1. Gomitoliamo Blog ha detto:

    Un bellissimo fumetto per riflettere sul mondo degli adolescenti non sempre “rosa e fiori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *