#Spaziolettura a scuola…aggiornamenti e nuove idee

Ada

Solo un anno fa ero una vecchia cucina, sì allegra, piena di risate ma pure un po’ sgangherata, con il pavimento anni ’70 a macchie marroni e lo smalto scrostato alle pareti. Forse, se non fosse stato per la testardaggine e la determinazione di uno sparuto gruppo di genitori e insegnanti sarei ancora così…ma è passato qualche mese ed ora non sono più la stanza di prima o meglio sono sempre quella ma sono tutta piena di idee, di fermenti, di teste pensanti.

Ho deciso di inseguire un sogno che avevo da bambina. Diventare UNO SPAZIO DI LETTURA! Eh no eh…non una biblioteca scolastica…ma un salotto pieno di libri, di immagini, di storie, un luogo comodo in cui potersi accoccolare, ridere, sognare. Ci abbiamo lavorato duramente per diversi mesi, raccogliendo idee, permessi e soldi. Potete rileggervi un po’ come è andata qui…e godervi il mio cambio di look sbirciando qui sotto.

Da gennaio ad aprile 2016 fervono i preparativi, vogliono portarmi in giro per festeggiare il trentennale di Calvino, che ha dato il nome alla mia scuola. Si inaugura a maggio, durante la festa della scuola. I bambini mi hanno dato un nome

logo_spazio_lettura

Senza un nome non si è qualcuno per davvero. Sono bella, ma soprattutto inizio a riempirmi di libri…

E’ arrivato giugno, aria di vacanze, si chiudono i cancelli, il vociare di bambini improvvisamente si zittisce. Mi avranno dimenticata?

Sono sola…pensavo di essere sola…e invece no! Eccole, inarrestabili, le avvisto all’orizzonte, pc sotto braccio e fogli volanti. Si siedono, parlano, sfogliano libri, sognano. Sono le stesse mamme e insegnanti che mi hanno rifatto il look…ma che cosa combuttano? Si preparano a trovare risorse e idee per far vivere lo spazio che a settembre, quando si riparte, deve essere vispo e presente!

L’entusiasmo travolge chi mi conosce, insegnanti compresi che si riuniscono tutti e dico tutti (pure gli insegnanti di matematica!) in una mattina di fine giugno per una formazione e aggiornamento occasione per rendicontare lo stato di avanzamento del progetto, le scelte fatte e le prospettive future. Due maestre imparano alla perfezione il programma di catalogazione dei nuovi libri.

Non le tiene nessuno…fioccano idee a destra e a manca…che pian piano con l’inizio del nuovo anno scolastico divengono realtà.

Letture a colazione

Tutte le mattine, prima di iniziare la lezione, l’insegnante legge un libro, così, solo per il piacere di leggere!

Letture_colazione_Calvino

Narrazioni

I genitori narratori della scuola si organizzano, si crea un elenco e si nomina un responsabile che tenga il contatto con gli insegnanti…insomma narrazioni a chiamata come il taxi. La maestra chiama e il genitore arriva…si organizzano narrazioni per accogliere i nuovi bambini di prima, si narra per festeggiare il Natale o ricordare qualcosa.

Spazio_lettura_Calvino

Spazio aperto e trasversale

Nello spazio entrano idee e pensieri anche diversi, tenuti insieme sempre dal filo delle storie. I bambini leggono a colazione “Io sono soltanto un cane” di Jutta Bauer – Beisler Editore (non lo conosci…leggi un po’ qui) ed ecco una mamma veterinaria in piena regola e la sua dolce Ines che entrano nelle storie per farsi raccontare, auscultare e per spiegare. Avevo paura dei cani…ora non più!

spazio_lettura_Calvino
spazio_òettura_Calvino

Vetrine tematiche

Con i libri acquistati e anche grazie all’attivazione di un canale di prestito dedicato con la locale biblioteca si costruiscono vetrine per invitare alla lettura in occasione di eventi specifici. Ecco allora una vetrina sul Natale e una per la Giornata della Memoria in occasione della quale le classi hanno ascoltato narrazioni sul tema nello spazio.

Spazio_lettura_Calvino_vetrina

Corsi per genitori narratori

Lo spazio vuole essere uno spazio per tutti, non solo per i bambini. Ecco allora che grazie ad Officina Educativa, servizio del Comune di Reggio Emilia che lavora su progetti educativi territoriali per over 6, costruiamo un percorso di avvicinamento alla narrazione per i genitori che si sperimenteranno poi durante la prossima Notte dei Racconti.

IMG_20170125_205942_resized_20170202_121015865 (480x640) (2)

Ma soprattutto ci sono loro, i bambini, che abitano lo spazio tutti i giorni, ognuno come gli va…

A questo spazio noi Galline ci siamo dedicate anima e corpo ma insieme a noi lo hanno fatto tanti genitori e insegnanti, ognuno contribuendo con la propria professionalità. Vi presenteremo nel prossimo futuro sul blog punti di vista diversi sullo spazio ospitando il racconto di chi lo vive e lo progetta e declinandovi nel dettaglio come sono state organizzate le attività, come si prevede di raccogliere fondi in futuro, quali collaborazioni sono state attivate.

Insomma seguiteci

#spaziolettura #libriinlibertà

Potrebbero interessarti anche…

Condividi questo articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *