Picnic! Festival

Silvia Sai

Caprette e illustratori

Che ci azzeccano le caprette con gli illustratori?

Una volta l’anno, a giugno, questo strano connubio prende forma grazie al Picnic Festival. Un connubio originale, forse bizzarro, ma intenzionale, perché chi ha ideato il Festival l’ha fatto col preciso intento di promuovere il professionismo nel campo del fumetto e dell’illustrazione in contesti insoliti e familiari. E il Parco delle Caprette è decisamente un luogo familiare a molti reggiani, in primis ai poveri genitori costretti ad assecondare i loro bambini nell’immensa soddisfazione di cibare caprette asini e cavallini rinchiusi nel recinto del parco.

Dicevamo, una volta l’anno, l’inconfondibile odore delle caprette si fonde con il tratto di meravigliosi talenti del fumetto e dell’illustrazione, italiana e internazionale. Mica transitano bruscolini, qua. Satoe Tone, Maurizio Quarello, Alessandro Sanna, Laurent Moreau, Eva Montanari, Sonia ML Possentini, Benjamin Chaud, Dorina Tessman, solo per citarne alcuni.

I nomi di molti artisti di questa edizione del Festival (l’ottava!) non mi dicevano nulla. Perché gli illustratori sono presenze silenziose, il loro nomi spesso passano (ingiustamente) inosservati nei libri per bambini e adulti, ancor più nelle copertine dei libri, nelle pubblicità, nei manifesti, o nelle riviste e quotidiani. Ma la loro presenza ti si impregna nel cervello che inconsapevolmente assorbe i loro tratti e i loro colori. Per cui, li conosci anche se non sai chi sono. Danno un senso di déjà vu. I nomi non mi dicevano nulla, ma appena ho iniziato a spulciare i portfoli ho riconosciuto come (più o meno) familiari molte illustrazioni.

Ciò che mi ha affascinato maggiormente del Festival è stato vedere le diverse tecniche di disegno, una accanto all’altra. Io, che a disegnare sono negata (per me il bambino è un pallino come testa e quattro linee per braccia e gambe), sarei rimasta ore a bocca aperta incantata davanti a Linda Cavallini, che con una biro disegnava silhouette meravigliose, o ad Alex Raso che dava vita a ombre e colori con acquerelli e una lametta da barba (!), o alle matite colorate di Klaas Verplancke, o Rita Petruccioli stendere colori e linee decise e vivaci, le tempere, le matite…

Qui di seguito presento una carrellata degli illustratori ospiti del Picnic Festival 2015. Consiglio vivamente di curiosare nei loro siti e relativi portfoli!!

Degli ospiti stranieri Laurent Moreau e Klaas Verplancke ho scritto qui!

(Tutte le immagini, tranne le foto scattate da me, sono state reperite in rete, non esitate a contattarci se desiderate che siano rimosse).

Silvia

RITA PETRUCCIOLI

Simpaticissima e gentile, e bravissima! Mi sarebbe piaciuto un disegno suo…. Qui il suo sito, chiarissimo e ben fatto.

image
image

SARA MENETTI

Il suo ultimo lavoro sono le illustrazione dell’adattamento del Giornalino di Gian Burrasca. Qui il suo sito. Lei è stata la seconda illustratrice da cui ho ottenuto un disegno personalizzato.

image
image

ALEX RASO

Mi è piaciuto moltissimo. Veramente originale. Il suo sito è imperdibile.

image
image
image
image
image

SERGIO GERASI

Sito completo e denso. Disegnatore, fumettista. Attualmente disegna su Dylan Dog. E’ autore di “G&G”, graphic novel in omaggio a Giorgio Gaber, da cui, leggo nel sito, è stato tratto uno spettacolo di teatro canzone illustrato. Interessante! (l’illustrazione qui sotto è stata realizzata al Festival). 

image
image

SERGIO RICCARDI

Da me conosciuto come illustratore del graphic novel “Cattive Ragazze”, edito da Lapis e premiato dal Premio Andersen nel 2014 e ho scoperto essere illustratore anche del bel libro “Salvo e le mafie”. Molto altro nel suo sito.

image
image
image

LINDA CAVALLINI

Il suo sito. E vi consiglio di leggere il fumetto Coppadelnonno, esilarante!

image
image
image
image

VALERIA VALENZA

Qui il sito e una sua intervista…sapete che da anni pubblica per un editore iraniano?

MICHELANGELO ROSSATO

Giovanissimo, qui il suo sito con la sua Biancaneve freschissima di stampa. E un’intervista di Gavroche.

image
image

OLGA ROSA

Olga è tra i vincitori della Mostra degli Illustratori alla Children Book Fair di Bologna 2015! Qui un articolo di Gavroche con una sua breve presentazione.  Non ho trovato alcun sito o blog.

image
image

NAKI

Originalissima, disegna marinai e boscaioli :-). Borse, poster, magliette, vestiti… La trovate anche su Etsy e questo il suo sito.

image
image
image

UMBERTO MISCHI

Uno di quelli più silenziosi, guardo meglio e mi accorgo che lo conosco bene. Davvero talentuoso e non solo perché i suoi disegni si trovano in importanti riviste e giornali nazionali e internazionali, ma perché il suo tratto essenziale riesce a comunicare più di mille dettagli. Qui il suo sito.

image

ELISABETTA BENFATTO

Sua è la Politkovskaja, graphic novel edita da BeccoGiallo. Qui il sito con portfolio e un’intervista davvero interessante e profonda.

image

MARINO NERI

Fumetti davvero molto espressivi, qui il suo blog.

image
image
image
image

ARNE BELLSTORF

Fumettista tedesco, era il terzo ospite straniero del Festival, con Laurent Moreau e Klaas Verplancke. Qui il suo sito e una sua presentazione sul sito del Goethe Institut.

image
image
image

CAMILLA GAROFANO

La sua gallery è davvero deliziosa, fate un giro nel suo sito.

CamillaGarofano_Cities
image
CamillaGarofano_Books2

STEFANIA TONELLO

Mi piacciono le sue atmosfere un po’ vintage! Qui il suo sito.

image
Immagine_concorso_quota101_stefania_tonello1-233x300

ALESSANDRA PSACHAROPULO

Atmosfere sognanti e colori pastellati in acrilico e digitale. Qui il suo sito.

image
Condividi questo articolo sui social

4 risposte a “Picnic! Festival”

  1. Sara ha detto:

    Ciao,
    ho aperto il link dalla pagina del Picnic Festival e… ho trovato uno dei miei disegni!
    Se non ti dispiace, metto il link a questa pagina sul mio blog, nel post in cui parlo del Picnic Festival 🙂
    Grazie e un saluto alle bellissime protagoniste del disegno sull’altalena!
    Sara

    • Silvia Sai Silvia Sai ha detto:

      Ciao Sara! Grazie per essere passata di qua, dispiacere? Scherzi! Alla disegnatrice delle mie due bimbe in altalena tutto è permesso, anzi ci fa piacere!

  2. Grazie di questo prezioso resoconto! In effetti i nomi mi dicevano poco, è stato bello anche per me riconoscere gli illustratori dai loro lavori. La prossima volta mi piacerebbe esserci… dal vivo!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *