Greta Grintosa

Silvia Sai

Sapete cosa ci piace dei bambini nati dalla penna di Astrid Lindgren? Che sono bambini ricchi di fantasia e intraprendenza.
Sono bambini normali, bambini a cui spesso manca qualcosa, qualcosa di impalpabile, come un affetto familiare o un amico con cui giocare.
Sono bambini fiduciosi, che credono nelle loro capacità e non hanno paura di sfidare le difficoltà. In questo senso, sono bambini liberi.

Le storie di bambini come questi, narrate in 10 meravigliosi racconti, le possiamo godere in Greta Grintosa, una impeccabile edizione di Iperborea che inaugura alla grande la nuova collana dedicata all’infanzia: I Miniborei.
Riconosciamo la consueta cura di Iperborea nella grafica, nella scelta della carta e nel formato rettangolare. Un’edizione che conferisce la giusta dignità alla letteratura per l’infanzia.

greta-grintosa-astrid-lindgren-iperborea-galline-volanti

Astrid Lindgren ha una prosa efficace sia nei racconti in forma di albi illustrati, sia nelle sue opere di narrativa, brevi o lunghe che siano. L’autrice svedese riesce sempre, e dico sempre, a coniugare nella parola scritta una concretezza nordica (non troverete mai inutili abbellimenti o esercizi stilistici) con la musicalità e la poesia. Le frasi scorrono e si sciolgono in bocca, paiono raccontate a viva voce.
E soprattutto, Astrid Lindgren riesce perfettamente a calarsi nel mondo dell’infanzia. Le sue storie sembrano vissute, non semplicemente narrate.
E’ per queste ragioni che i suoi libri spesso sono godibili da bambini di età anche piuttosto differenti.
Greta Grintosa è perfetto in lettura autonoma dagli 8 anni, ma si presta benissimo ad una lettura ad alta voce a bambini fin dai 5 anni. Inoltre, le deliziose illustrazioni in bianco e nero e originali di Ingrid Van Nyman e Eva Billow danno respiro alla scrittura, già molto ariosa.

Nei 10 racconti si trovano in nuce alcuni suoi personaggi famosi, come Gunnar e Gunilla, che abbiamo amato molto. La fantasia della Lindgren si sprigiona quando racconta di Göran, un bimbo costretto a letto da una malattia, che ogni sera vive avventure meravigliose in volo, nel paese di Calasera, dove tutto è possibile perché tutto “non importa”, o quando racconta di due amici che al suon di “m o c c i o s o!” si sfidano in prove sempre più audaci fino a trasformare la competizione in risate e amicizia. Vola alta l’immaginazione anche quando leggiamo del cuculo burlone che si anima dal suo orologio diventando compagno di giochi segreto di Gunnar e Gunilla, o quando insieme a Bertil, un bimbo molto solo, conosciamo Nils Karlsson Pirolino, un simpatico bimbo minuscolo che vive in una tana di topolino sotto il letto di Bertil.

E poi ci emozioniamo con Lise-Lotta, una principessa piena di giocattoli ma senza amici, quando un giorno incontra una bambina vera che le insegna a giocare, davvero; e restiamo incantati dal meraviglioso Natale che Greta prepara per la sua nonna.

Astrid Lindgren affronta la solitudine, la gelosia, la sofferenza, dipinge la realtà, quella vera e non quella edulcorata, ma offre sempre una possibilità di riscatto, nei sogni e nei desideri, nello stupore, nell’immaginazione.

Non si può non amarla e non amare le sue storie.

GRETA GRINTOSA
Astrid Lindgren (testo)
Illustrazioni di Ingrid Van Nyman e Eva Billow
Traduzione: AA.VV.
Iperborea Edizioni – Collana I Miniborei
Anno di pubblicazione: 2017

192 pp. 
Prezzo di copertina: 13 euro
Età di lettura: dai 5 anni

Condividi questo articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *